il primo magazine sulla sostenibilità applicata

PENNE DI POLLO: UNO SCARTO DI DIFFICILE SMALTIMENTO SI TRASFORMA IN CAPPOTTI TERMICI PER LA BIOEDILIZIA
Un brevetto sviluppato in Italia, grazie a trattamenti di tipo termico e meccanico, trasforma le piume (rifiuto pressoché indistruttibile) in fiocchi di pura cheratina e poi in pannelli termoisolanti naturali che non necessitano di alcun collante. Cosa fare con milioni di tonnellate di penne di pollo? Tante, infatti, se ne producono come scarto della macellazione del pollame. Si tratta di un rifiuto difficilissimo da smaltire, dato che le penne e le piume non si decompongono e non bruciano: seppellitele in un buco e dopo cent'anni le ritroverete pressoché intatte.

Ora, però, è stato reso pubblico un brevetto sviluppato in Italia che, grazie a trattamenti di tipo termico e meccanico (quindi senza solventi di alcun genere), trasforma le penne in fiocchi di pura cheratina e, successivamente, in pannelli termoisolanti: resistenti, biologici e del tutto inerti. Non solo. Tali rivestimenti, per rimanere compatti, non necessitano di nessun tipo di collante: le fibre di cheratina, infatti, si incastrano tra di loro come in un tessuto.

Si ottiene così un prodotto di grande valenza per l'edilizia che può essere usato per realizzare cappotti termici, e persino casseri isolanti per costruzioni prefabbricate.

Valerio Pontarolo, Presidente della Pontarolo Engineering e depositario insieme a Mario Menegato dei due brevetti per lo sfruttamento di questa nuova "materia prima", ha raccontato ai microfoni di Smart City, trasmissione in onda su Radio 24, la particolare storia di questa innovazione. Per ascoltare l'intervista clicca qui!
0
0
0
s2sdefault

Dalla chiocciola al green building


Architettura Sostenibile


di Isabella Goldmann
e Antonella Cicalò

Un libro a cura di

MeglioPossibile


per conoscere e riconoscere l'architettura del futuro

Edizioni FAG Milano

vai ai dettagli
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok